linea fl3, sindaci, pendolari, chiusura, osservatorio, cerimonia, trasporti

Gravi ripercussioni su tutta la linea ferroviaria e per la linea Fl3 Roma-Bracciano-Viterbo a causa di un guasto alla linea elettrica aerea di alimentazione dei treni avvenuto tra Roma Tiburtina e Roma Prenestina, coinvolto un treno ad alta velocità arrestatosi in linea. Le cause dell’arresto deriverebbero dalla rottura della linea area. Le ripercussioni hanno interessato  l’intera dorsale Milano – Napoli e sulla Verona\Venezia – Roma, con riprogrammazione dei servizi, ritardi e alcune cancellazioni.Alle 20.30 permangono i forti disagi. Resta infatti fortemente fortemente rallentata la circolazione ferroviaria nel nodo di Roma.  I treni in viaggio registrano ritardi fino a 180 minuti o variazioni di percorso. Si registrano ripercussioni sulle linee del servizio regionale con ritardi, limitazioni e cancellazioni. Tra le 17.30 e le 20 di oggi si sono registrati ritardi anche di 250 minuti. Per i pendolari della linea Fl3 una giornata da dimenticare.

In caso di ritardo di treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca, compreso tra i 30 e i 59 minuti, Trenitalia  riconosce un bonus pari al 25 per cento del prezzo del biglietto che potrà essere utilizzato entro dodici mesi per l’acquisto di un nuovo biglietto. Questo bonus non si cumula con l’indennità riconosciuta in caso di ritardo superiore ai 59 minuti né con indennità di altra tipologia.

Per richiedere indennità per ritardi per i treni regionali è disponibile il web form disponibile o compilando il modulo disponibile in biglietteria e sul sito Trenitalia   spedendolo per posta alla Direzione Regionale/Provinciale competente per la località di destinazione del viaggio entro e non oltre 1 anno dall’evento, allegando il biglietto in originale obliterato alla partenza e all’arrivo o, in caso di biglietto elettronico, la stampa cartacea in Pdf.

.

Di Graziarosa Villani

Giornalista professionista, Laureata in Scienze Politiche (Indirizzo Politico-Internazionale) con una tesi in Diritto internazionale dal titolo "Successione tra Stati nei Trattati" (relatore Luigi Ferrari Bravo) con particolare riferimento alla riunificazione delle due Germanie. Ha scritto per oltre 20 anni per Il Messaggero. E' stata inoltre collaboratrice di Ansa, Il Tempo, Corriere di Civitavecchia, L'Espresso, D La Repubblica delle Donne, Liberazione, Avvenimenti. Ha diretto La Voce del Lago. Direttrice di Gente di Bracciano e dell'Ortica del Venerdì Settimanale, autrice di Laureato in Onestà (coautore Francesco Leonardis) e de La Notte delle Cinque Lune, Il processo al Conte Everso dell'Anguillara (coautore Biagio Minnucci), presidente dell'Associazione Culturale Sabate, del Comitato per la Difesa del Bacino Lacuale Bracciano-Martignano, vicepresidente del Comitato Pendolari Fl3 Lago di Bracciano.