navetta, cuccagna, lungolago

“Bracciano si animava in modo particolarmente festoso il giorno delle fiere: il 1° maggio e il 13 dicembre. Le bancarelle si moltiplicavano e, dalle campagne, tutti si riversavano a Bracciano. Scarpe, vestiti, tantissimi cappelli, somari, vacche, fusaje, fichi secchi e ciriole. I funanboli si esibivano su corde tese tra i tetti. L’albero della cuccagna veniva issato in piazza del castello e in piazza del comune”. Così la compianta Angela Carlino Bandinelli, in “Parlando di Bracciano”, scriveva delle tradizionale fiere di Bracciano di antichissima tradizione e legate ad una cultura rurale d’un tempo.

Domani la fiera di Santa Lucia si terrà in via dei Lecci e in piazza degli Ontani.

Di Graziarosa Villani

Giornalista professionista, Laureata in Scienze Politiche (Indirizzo Politico-Internazionale) con una tesi in Diritto internazionale dal titolo "Successione tra Stati nei Trattati" (relatore Luigi Ferrari Bravo) con particolare riferimento alla riunificazione delle due Germanie. Ha scritto per oltre 20 anni per Il Messaggero. E' stata inoltre collaboratrice di Ansa, Il Tempo, Corriere di Civitavecchia, L'Espresso, D La Repubblica delle Donne, Liberazione, Avvenimenti. Ha diretto La Voce del Lago. Direttrice di Gente di Bracciano e dell'Ortica del Venerdì Settimanale, autrice di Laureato in Onestà (coautore Francesco Leonardis) e de La Notte delle Cinque Lune, Il processo al Conte Everso dell'Anguillara (coautore Biagio Minnucci), presidente dell'Associazione Culturale Sabate, del Comitato per la Difesa del Bacino Lacuale Bracciano-Martignano, vicepresidente del Comitato Pendolari Fl3 Lago di Bracciano.